.
Annunci online

Almalu


Diario


17 aprile 2008

Che meraviglia

Non mi interessa essere simpatica alla gente.  C’è stato un breve momento in cui è stato così, ma poi sono rinsavita. A primo acchito risulto antipatica e non troppo brillante. E la cosa assurda è che è qualcosa che io adoro. Perché così riesco ad evitare il tormento di gente che non avrei scelto.  Devono essere i capelli biondi  e l’attitudine un po’ goffa e svampita. Il fatto che sono di pochissime parole. Ascolto, per decidere se sceglierti oppure no.  Amo stare da sola. Penso di essere un’ottima compagnia per me stessa. Forse un po’ antipatica lo sono davvero. Che meraviglia. 






permalink | inviato da Almalu il 17/4/2008 alle 23:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


28 febbraio 2008

Let's make a wish

Nuovo lavoro. Nuova città. Nuova casa. Nuove conoscenze. Nuova palestra. Nuovo corso di pittura. Nuovi negozi in cui fare shopping. Niente più aperitivi mangerecci. Nuove scarpe. Telefonate più lunghe con le amiche. Nuovi impegni. Diversa frenesia. Vecchi amici ritrovati. Rete amica. Mi manca il gatto. Valigie sotto i letti. Armadi che non ci sono. Nuovi angoli da scoprire con la lomo. L’abbraccio di mia sorella, più spesso. Più treni. E sveglie mattutine. Nuovi profumi. Un rendez-vouz inaspettato e piacevole. Almeno per me. Polaroid colorate e sfumate. Tanti materassi.

 

L’ultimo mese per punti. Aspettando di cavarne un senso.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. finalmente

permalink | inviato da Almalu il 28/2/2008 alle 22:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


29 novembre 2007

da un libro...

"Tu mi ricordi una poesia che non riesco
a ricordare una canzone che non è mai esistita
e un posto in cui non devo essere mai stato."

Efraim Medina Reyes



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. più forte dell'amore

permalink | inviato da Almalu il 29/11/2007 alle 20:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


28 novembre 2007

Non perdere più tempo

Ancora non imparo a vivere con la mia condizione di disoccupata cronica. Una malattia praticamente incurabile e psicologicamente terminale.  Mi sbatto come una pallina di flipper su e giù per l’Italia facendo colloqui che poi si risolvono in colorate bolle di sapone. Anche un po’ amare se ti finiscono in bocca. Sono vicina al mio limite temporale massimo autoimposto perché qualcosa succedesse qui. E così ieri, senza dire niente a nessuno, mamma, papà e fidanzato in primis,  ho fatto la preiscrizione ad un corso a Londra. Comincia il 14 gennaio. Oggi un colloquio. L’ultimo. Ho bisogno di una sterzata. Non perdere più tempo.




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. never ending story

permalink | inviato da Almalu il 28/11/2007 alle 12:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


19 settembre 2007

Di ritorno

Solido e gassoso.
E le mie cellule reagiscono differentemente.
Lui è le fondamenta, è la roccia sicura a cui torna il marinaio e il faro che lo guida.
Lui è le nuvole, la burrasca e l'arcobaleno dopo la pioggia.
E il marinaio, che ama la sua terra, non può fare a meno della tempesta nel mare.




permalink | inviato da Almalu il 19/9/2007 alle 11:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


11 luglio 2007

Vernacoliere...

"E perché tu non ce l'hai un fidanzatino?"
"SACC"
"Non si dice così!!Si dice <non lo so>"
"Certo che si dice, è CINESE, lo parla la nonna"




permalink | inviato da Almalu il 11/7/2007 alle 10:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


5 luglio 2007

La Torre di Babele con in cima un Cuore

Non c’è il paradiso. Ma un altro tipo di mistero. Una mescolanza altrettanto difficile di linguaggi è stata partorita da quelle voci che prima sembravano così simili alla mia, ma di cui adesso stento a comprendere il senso. Facile parlare senza essere me. Difficile per me condividere. Purtroppo adesso non posso essere la spalla. Piuttosto ho bisogno di una spalla. Ma le abitudini hanno radici profonde. E se cerchi di smuoverle, è più probabile causare una frana che creare un’estetica nuova. Come si fa a far cadere quelle scale e fermare quei lamenti?

Eppure ancora sorrido quando mi sveglio… ironico.

"AND TRUTH IS SUCH A FUNNY THING
WITH ALL THESE PEOPLE
KEEP ON TELLING ME
THEY KNOW WHATS BEST
AND WHAT TO BE FRIGHTENED OF
AND ALL THE REST ARE WRONG
THEY KNOW NOTHING ABOUT US

AND THOUGH THEY SAY ITS POSSIBLE TO ME
I DONT SEE HOW ITS PROBABLE
I SEE THE COURSE WERE ON
SPINNING FARTHER FROM WHAT I KNOW
ILL HOLD ON"

Così ascolto…




permalink | inviato da Almalu il 5/7/2007 alle 11:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


3 luglio 2007

Vacanze forzate


(img copyright Pilerio )

Lunghi momenti di noia, tra una riga letta e l’altra, tra un fotogramma visto e l’altro, tra un accordo sentito e l’altro. Treni. Scorrimento veloce dal finestrino. Miagolii delle cinque del mattino. Tictictic sulla tastiera e mille volte quelle due pagine di esperienza.


Presto il mare e il sole, a me.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. noia

permalink | inviato da Almalu il 3/7/2007 alle 15:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


17 giugno 2007

Una crepa a inizio estate

Sto per lasciare l’Ufficio Complicazione Affari Semplici. Molti penseranno che finalmente ho trovato di meglio. Non è così. È che apparentemente sono come Biancaneve, pare. Ma nella bocca nascondo una lingua biforcuta, che la mela l’avrebbe fatta marcire. E così 9 volte su 10 abbozzo. La decima faccio paura. Ed è più facile mandarmi via che starmi a spiegare. Ma il mio dente velenoso alla fine di tutto lo ringrazio, ché mi ha tolto la pigrizia. E mi ha regalato una lunga estate di vacanza. Dopo il primo momento passato a chiedermi se fossi io quella che aveva qualcosa che non andava, un regalo delle amiche (Lavorare con te mi sta uccidendo) e giorni di pensieri e curricula inviati, adesso non ho un lavoro, ma ho ritrovato una cosa che avevo perso: un filo di serenità al mattino quando mi alzo.

“In a world of make-believe
Talks a lot, but can't you see
It means more to you than me
Than me

Think before you speculate
Take the fear that you create
Don't assume we're so afraid of them

And you say
Na na na na...
Na na na na...

If you stop and disappear
Doesn't sound I watch you here
When dreaming takes you when you want to be
Don't follow the status quo
Picture where you'd like to go
Take your time but always know you're there

[…]”




permalink | inviato da Almalu il 17/6/2007 alle 19:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


13 giugno 2007

Soleggiato

 

Adesso sento profumo di rose. Intenso.

E intravedo tra le fessure della persiana una bella luce intensa, di quella che si vede al mattino presto, quando gli occhi fanno fatica ad aprirsi.

E ho di nuovo voglia.




permalink | inviato da Almalu il 13/6/2007 alle 21:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia     febbraio       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Ufficio Mobbing
Home Sweet Home
Mi ricordo...
Geisha Training
Folletti

VAI A VEDERE

anonimoanomalo
attesa
blogodot
bambinaportoghese
califfa
chirano
crisalide
cuore
dedicato
dellaperdutabellezza
fairy
franz
g
inutile team
irlanda
istericaquantobasta
la_cassandra
libera sognatrice
marsellus
mia
napolino
nicu
ofyp
ombra
penny
raissa
reader
redturtle
sciuret
sospesanelvento
smisuratapreghiera
spazioperme
uic
yogurt


17.02.2007






Un'arancia sul tavolo
Il tuo vestito sul tappeto
E nel mio letto, tu
Dolce dono del presente
Frescura della notte
Calore della mia vita.


J. Prévert



Quelli che mi
lasciano
proprio senza fiato
sono i libri che quando
li hai finiti di leggere
e tutto quel che segue
vorresti che l'autore fosse
un tuo amico per la pelle
e poterlo chiamare al
telefono tutte le volte
che ti gira.

J.D. Salinger




Chiudo il tuo libro,

snodo le mie trecce,

o cuor selvaggio,

musico cuore… 

con la tua vita intera

sei nei miei canti

come un addio a me. 

Smarrivamo gli occhi negli stessi cieli,

meravigliati e violenti con stesso ritmo andavamo, 

liberi singhiozzando, senza mai vederci,

né mai saperci, con notturni occhi. 

Or nei tuoi canti

la tua vita intera

è come un addio a me. 

Cuor selvaggio,

musico cuore,

chiudo il tuo libro,
le mie trecce snodo.
 
(Sibilla Aleramo)





CERCA