.
Annunci online

Almalu


Home Sweet Home


28 dicembre 2006

come mi piace essere una bambina viziata...




permalink | inviato da il 28/12/2006 alle 13:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa


27 ottobre 2006

Coffee Break



        Il a mis le café                                      
    Dans la tasse
    Il a mis le lait
    Dans la tasse de café
    Il a mis le sucre
    Dans le café au lait
    Avec le petit cuiller
    Il a tourné
    Il a bu le café au lait
    Et il a reposé la tasse
    Sans me parler
    Il a allumé
    Une sigarette
    Il a fait des ronds
    Avec la fumée
    Il a mis les cendres
    Dans le cendrier
    Sans me parler
    Sans me regarder
    Il s'est levé
    Il a mis
    Son chapeau sur sa tête
    Il a mis
    Son manteau de pluie
    Parce qu'il pleuvait
    Et il est parti
    Sous la pluie
    Sans une parole
    Sans me regarder
    Et mois j'ai pris
    Ma tête dans ma main
    Et j'ai pleuré.




permalink | inviato da il 27/10/2006 alle 17:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


6 settembre 2006

Vi prego, almeno per un po' non tocchiamo il calendario!


Domenica matrimonio. Il mio fidanzato è il penultimo di sei fratelli. Lo so che sembra incredibile a dirsi, ma davvero esistono ancora famiglie numerose. E tutti, eccetto la più piccola, sono sposati.
Ci siamo sempre fatti forti del fatto che anche tra i suoi amici e parenti ci fossero quelle due, tre mosche bianche di single e scapoli...ma il matrimonio era dell'Irriducibile. Con la I maiuscola, perché davvero ormai nessuno più ci credeva che si sarebbe mai fidanzato; figurarsi sposato.
E così la domanda (che poi domanda non è..)
"e quando voi?!?"
"Noi, bhè, noi, veramente ci sposiamo il prossimo 30 febbraio!"




permalink | inviato da il 6/9/2006 alle 11:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


28 luglio 2006

Buon viaggio....

Three little birds, sat on my window.
And they told me I don't need to worry.
Summer came like cinnamon
So sweet,

Little girls double-dutch on the concrete.
Maybe sometimes, we got it wrong, but it's alright
The more things seem to change, the more they stay the same
Oh, don't you hesitate
.
Girl, put your records on, tell me your favourite song
You go ahead, let your hair down
Sapphire and faded jeans, I hope you get your dreams,
Just go ahead, let your hair down.
You're gonna find yourself somewhere, somehow.
Blue as the sky, sombre and lonely,
Sipping tea in the bar by the road side,
(just relax, just relax)
Don't you let those other boys fool you,
Gotta love that afro hairdo.
Maybe sometimes, we feel afraid, but it's alright
The more you stay the same, the more they seem to change.
Don't you think it's strange?
Girl, put your records on, tell me your favourite song
You go ahead, let your hair down
Sapphire and faded jeans, I hope you get your dreams,
Just go ahead, let your hair down.
You're gonna find yourself somewhere, somehow.
Just more than I could take, pity for pity's sake
Some nights kept me awake, I thought that I was stronger
When you gonna realise, that you don't even have to try any longer.
Do what you want to.
Girl, put your records on, tell me your favourite song
You go ahead, let your hair down
Sapphire and faded jeans, I hope you get your dreams,
Just go ahead, let your hair down.
Girl, put your records on, tell me your favourite song
You go ahead, let your hair down
Sapphire and faded jeans, I hope you get your dreams,
Just go ahead, let your hair down.
Oh, You're gonna find yourself somewhere, somehow

c.b.r.




permalink | inviato da il 28/7/2006 alle 13:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


27 luglio 2006

Il viaggio...

          

Può capitare di volere un cambiamento con tutte le proprie forze, e quando il cambiamento è lì, che davvero ti basterebbe allungare la mano per prenderlo, ti blocchi. O almeno a me capita così, a volte. Non credo di essere una granché razionale, le cose che ho fatto le ho sempre fatte perché mi andava, senza liste dei pro e dei contro. In alcuni casi senza nemmeno troppa convinzione mentre le facevo. E però deve essere vero che, col tempo quelle liste cominciano a diventare un valido strumento di supporto. Adesso, allora, ho la matita in mano, e il foglio bianco avanti. La mia colonnina dei pro a sinistra, quella dei contro a destra. Ma che forse dovrei anche pensare ad una scala di ponderazione dei valori. Ché mica tutte le cose hanno la stessa rilevanza. Non voglio credere di essere diventata svogliata e insicura e indolente fino a questo punto. E che però ho ancora degli scatoloni da disfare e mi sembra di andare un po’ troppo veloce. Ma non abbastanza. Forse lancerò per aria una monetina. Che faccio, testa o croce? 




permalink | inviato da il 27/7/2006 alle 12:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
sfoglia     ottobre       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Ufficio Mobbing
Home Sweet Home
Mi ricordo...
Geisha Training
Folletti

VAI A VEDERE

anonimoanomalo
attesa
blogodot
bambinaportoghese
califfa
chirano
crisalide
cuore
dedicato
dellaperdutabellezza
fairy
franz
g
inutile team
irlanda
istericaquantobasta
la_cassandra
libera sognatrice
marsellus
mia
napolino
nicu
ofyp
ombra
penny
raissa
reader
redturtle
sciuret
sospesanelvento
smisuratapreghiera
spazioperme
uic
yogurt


17.02.2007






Un'arancia sul tavolo
Il tuo vestito sul tappeto
E nel mio letto, tu
Dolce dono del presente
Frescura della notte
Calore della mia vita.


J. Prévert



Quelli che mi
lasciano
proprio senza fiato
sono i libri che quando
li hai finiti di leggere
e tutto quel che segue
vorresti che l'autore fosse
un tuo amico per la pelle
e poterlo chiamare al
telefono tutte le volte
che ti gira.

J.D. Salinger




Chiudo il tuo libro,

snodo le mie trecce,

o cuor selvaggio,

musico cuore… 

con la tua vita intera

sei nei miei canti

come un addio a me. 

Smarrivamo gli occhi negli stessi cieli,

meravigliati e violenti con stesso ritmo andavamo, 

liberi singhiozzando, senza mai vederci,

né mai saperci, con notturni occhi. 

Or nei tuoi canti

la tua vita intera

è come un addio a me. 

Cuor selvaggio,

musico cuore,

chiudo il tuo libro,
le mie trecce snodo.
 
(Sibilla Aleramo)





CERCA